Cofidis Logo
©2016 Cofidis SpA
Via G. Antonio Amadeo, 59 – 20134 Milano
PI 12925830155 – CF 07706650152

Saldi estivi: raddoppiano le visite nei negozi. Bricolage e moda i beni più cercati

Dallo scorso 6 luglio in tutta Italia sono partiti i saldi estivi. Gli italiani aspettano impazienti questo evento per poter finalmente beneficiare di grandi sconti messi a disposizione dai retailer.

Secondo le stime dell’ufficio studi di Confcommercio ogni famiglia effettuerà, nel periodo dei saldi estivi, una spesa media di circa 224 euro per l’acquisto di abbigliamento, calzature, pelletteria, accessori, articoli sportivi e tessile per la casa per un valore complessivo che si aggira intorno ai 3,5 miliardi di euro.

Nonostante il crescente aumento degli acquisti online, i negozi fisici continuano a essere la pietra angolare delle vendite retail. Nella stagione dei saldi raddoppia infatti l’affluenza nei negozi, un dato che riafferma la preferenza da parte degli italiani per gli acquisti tradizionali, già dimostrata in vari studi.

Per lo shopping il sabato è il giorno preferito con un numero di visite ai negozi, superiore del 60% rispetto agli altri giorni della settimana. Segue il venerdì. Gli orari più caldi delle giornate di saldi sono soprattutto tra le ore 10 e le 12 e nel tardo pomeriggio tra le 17 e le 19.

Proprio per questa tendenza le aziende sono coscienti della forza e del valore che i negozi apportano nella percezione del consumatore. Secondo uno studio realizzato dalla piattaforma di marketing Tiendeo, lo scorso anno in Italia si è registrato un aumento del 3% nel numero di aperture di negozi fisici nelle catene retail. La stessa Tiendeo ha registrato oltre 3,5 milioni di ricerche nei suoi cataloghi durante il mese di luglio (senza contare le visite a supermercati e discount).

Le preferenze di acquisto retail degli italiani nel mese di luglio si concentrano sui prodotti di bricolage (41%), moda (33%) e casa & arredo (23%) seguiti a poca distanza da elettronica (18%). Queste scelte sono probabilmente dettate dal fatto che si tratta di prodotti in generale più cari ma proprio in questo periodo presentano sconti interessanti.

Non a caso tra i 10 retailer più ricercati durante i saldi estivi spiccano Zara, Leroy Merlin, Euronics e JYSK. Durante lo scorso anno in questo stesso periodo gli esperti di Tiendeo registrarono un aumento nelle ricerche di questi prodotti del 20%, mentre per quest’anno si prevede un ulteriore incremento, con un raggiungimento del 25% in più rispetto agli altri periodi dell’anno.

Più prudente invece il Codacons secondo il quale al di là delle preferenze merceologiche non si dovrebbe registrare un particolare interesse dei consumatori per i saldi estivi, e le aspettative dei commercianti potrebbero rimanere deluse. Il calo della fiducia delle famiglie e l’incertezza sul futuro del Paese, congiuntamente alla data di partenza dei saldi a luglio, periodo in cui la maggior parte dei cittadini nei weekend preferisce recarsi al mare, giocano un ruolo importante sull’andamento delle vendite retail. I negozianti sono consci di questa situazione, non a caso da un lato i saldi sono partiti con percentuali di sconto elevatissime, fino al 50% già dai primi giorni di promozione, dall’altro numerosi negozi e catene commerciali hanno anticipato la partenza dei saldi, attraverso promozioni speciali alla propria clientela, anche per far fronte al forte calo delle vendite nei mesi scorsi a causa del maltempo.

A dare un sostegno non indifferente al comparto retail potrebbero essere i turisti stranieri, specie russi, cinesi e giapponesi, che affolleranno boutique d’alta moda e outlet approfittando dei saldi.