Cofidis Logo
©2016 Cofidis SpA
Via G. Antonio Amadeo, 59 – 20134 Milano
PI 12925830155 – CF 07706650152

La situazione dei prestiti in italia

PICCOLI DEBITI CRESCONO

Se il nostro Paese in Europa è considerato come una formichina per via della tradizionale abitudine di risparmiare, è anche vero che la situazione dei prestiti in Italia è in costante aumento.
Sebbene il Belpaese abbia risparmiatori che rappresentano 1/7 dei 28mila miliardi di euro che sono risparmiati dai privati nel Vecchio Continente, statistiche alla mano, nel 2016 il 34,6% dei maggiorenni aveva un finanziamento, con un aumento dell’1,8% rispetto ai dati precedenti.

I DATI DELL’OSSERVATORIO

L’Osservatorio Assofin-CRIF-Prometeia ha pubblicato i dati relativi al mercato del credito alle famiglie. L’analisi riassume le informazioni di EURISC attraverso schede territoriali che, per quanto concerne il 2016, hanno visto il consolidamento della ripresa del credito tornando ai volumi delle erogazioni esistenti prima della crisi finanziaria. Il settore trainante è rappresentato dai finanziamenti indirizzati verso prestiti personali e acquisto di auto e moto. Viene ribadita la tendenza della distribuzione del credito che è indirizzata verso la multicanalità con preferenza di banche e finanziarie che catturano la più ampia percentuale della clientela mentre il canale online rimane ancorato a dei preconcetti ancora duri da eliminare e che ne frenano la rapida crescita.
Rientrando brevemente nell’ambito delle analisi pubblicate dall’Osservatorio, si può constatare che i prestiti finalizzati, con il 43,3% del totale, si confermano  le operazioni più diffuse per l’acquisto di beni come veicoli, moto, elettronica, viaggi e ristrutturazione e manutenzione della casa. I prestiti personali invece toccano quasi il 40%.

CHI SONO I PIÙ VOGLIOSI DI CREDITI

L’Osservatorio Assofin-CRIF-Prometeia ha anche riassunto a livello geografico le statistiche relative ai prestiti erogati fa riferimento alla Toscana dove si raggiunge circa il 39,7% delle persone maggiorenni. Anche la seconda posizione stupisce un po’ dal momento che, con il 37,6%, si piazza il Friuli-Venezia Giulia mentre, al terzo posto di questa particolare classifica troviamo la Sardegna con un il 37,5%.
A seguire, a pari merito, con il 36,7% cadauno, si collocano Lombardia e Lazio. Tra le regioni con minor richieste di prestito si trovano il Trentino Alto Adige con il 17,7%, il Molise con il 29,3% e la Basilicata con il 28,4%.
Distinguendo per tipologia di prestito, il Molise, con il 39,1%, si piazza al primo posto nella classifica relativa ai prestiti personali e la Calabria, con il 51%, è al primo posto per i prestiti finalizzati.

Log in with your credentials

Forgot your details?