Cofidis Logo
©2016 Cofidis SpA
Via G. Antonio Amadeo, 59 – 20134 Milano
PI 12925830155 – CF 07706650152

E-commerce e gender gap: chi è la consumatrice digitale in Italia

Uomini e donne, due mondi diversi anche nell’e-commerce. Le differenze esistenti tra maschi e femmine si riflettono anche nelle abitudini di acquisto online. Lo conferma la ricerca realizzata da Idealo, che ha riscontrato un legame stretto tra il cosiddetto gender gap e il mondo dei consumi, delineando l’identikit della tipica consumatrice digitale italiana.

 

Confrontando l’ultimo rapporto Gender Inequality Index delle Nazioni Unite sull’Europa e i dati Eurostat sulla frequenza degli acquisti online da parte delle donne Ue negli ultimi tre mesi del 2016, ecco che è emersa una stretta correlazione tra disparità di genere e commercio elettronico. In particolare, in quei Paesi in cui la disuguaglianza tra i due sessi è inferiore, le donne acquistano di più sul web. Una evidenza che è risultata valida anche per l’Italia.

In particolare, secondo la ricerca di Idealo realizzata In collaborazione con l’istituto SSI (Survey Sampling International), la maggior parte delle donne italiane acquista sul web 2/3 volte al mese. Ma oltre alla frequenza degli acquisti, sono tanti gli aspetti che differenziano il mondo maschile e femminile in materia di e-commerce: dalle attività, agli strumenti utilizzati fino alle categorie di prodotto.

 

Le e-shopper italiane tendono a confrontare sul web prodotti e offerte leggermente di più rispetto agli uomini (il 64% contro il 63% maschile). E per cercare novità e informazioni, il lato rosa risulta essere più social: il 36% delle donne sceglie di informarsi tramite i social network (contro il 30% degli uomini), in particolare su Facebook, che raccoglie la stragrande maggioranza delle preferenze.

Per quanto riguarda i dispositivi e gli strumenti utilizzati per fare acquisti online, le donne mostrano di preferire lo smartphone, di più rispetto agli uomini (27% contro 21%), mentre sono meno abituate ad usare le app (solo il 23% contro il 25% maschile).

Maggiori differenze si notano soprattutto per le categorie di prodotto acquistate online. Le donne primeggiano nella moda e nella cultura. In particolare, i settori più ricercati e acquistati dalle e-shopper sono abbigliamento e calzature (con il 76% per l’universo femminile e il 60% per quello maschile) e i libri (donne al 74% contro uomini al 67%). Il gap è ancora più evidente su altre categorie, come ad esempio computer ed elettronica, dove le donne sono decisamente meno interessate rispetto agli uomini (il 59% contro il 78% degli uomini). E se il mondo maschile batte le donne anche sul settore Tech e Sport, queste ultime sono quasi irraggiungibili nell’interesse verso tutto ciò che è Beauty, come i trucchi e i prodotti per la cura della persona.

Fonti: Gender Inequality Index, Idealo, Survey Sampling International

Log in with your credentials

Forgot your details?